Sei qui: Home Servizi Demografici Censimento 2011

Censimento 2011

Dal 12 settembre, in tutta Italia è iniziata la consegna dei questionari per il quindicesimo Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 2011.
Due le novità introdotte: la consegna dei moduli per posta, e la possibilità di compilarli e riconsegnarli anche online.
La rilevazione che l’Istat effettua ogni 10 anni, permette di conteggiare la popolazione e conoscere le sue caratteristiche, nonché di aggiornare e revisionare le anagrafi comunali, così da determinare la popolazione legale necessaria a fini giuridici generali ed elettorali. Inoltre, il Censimento raccoglie informazioni sulla quantità e le caratteristiche strutturali delle abitazioni e degli edifici. Un’operazione che il 9 ottobre, data di riferimento del Censimento 2011, scatterà una fotografia a oltre 25 milioni di famiglie, quasi 61 milioni di cittadini, italiani e stranieri, residenti in 8.092 Comuni italiani.
Ricordiamo che è obbligatorio compilare e restituire il questionario, questo si apprende leggendo l’art. 7 del Decreto legislativo 322/1989. Chi non restituirà il questionario completo potrà incorrere in sanzioni pecuniarie da un minimo di € 206 ad un massimo € 5.164.

IL QUESTIONARIO A CASA TUA

Il questionario è il fulcro del 15° Censimento. Se non hai ancora ricevuto nella cassetta della posta il questionario indirizzato alla tua famiglia resta in attesa! La spedizione dei questionari, iniziata a settembre, durerà fino al 22 ottobre.
Tuttavia, se ad esempio l'indirizzo presente in anagrafe non ha consentito la spedizione postale del questionario, o se nel frattempo ti sei trasferito ad un nuovo indirizzo, puoi recarti presso un centro comunale di raccolta per ritirarne uno di scorta, oppure attendere un rilevatore comunale che ti consegnerà il questionario direttamente a casa. I rilevatori scenderanno in campo dal 21 novembre 2011.

COME E QUANDO RESTITUIRE I QUESTIONARI

Per restituire il questionario puoi scegliere il canale che meglio risponde alle tue esigenze: via internet, negli Uffici postali, nei centri comunali di raccolta del tuo Comune.
Per compilarlo on line devi usare la password che trovi sulla prima pagina del questionario cartaceo che ricevi a casa.
Se compili il questionario su carta, dal 10 ottobre puoi consegnarlo a mano in qualsiasi ufficio postale o nei centri di comunali di raccolta..

SE RESTITUISCI SPONTANEAMENTE IL QUESTIONARIO DAL 9 OTTOBRE AL 20 NOVEMBRE NON RICEVERAI LA VISITA DEL RILEVATORE A CASA TUA!
Infatti a partire dal 21 novembre 2011 e fino al 29 febbraio 2012 parte la fase di completamento della rilevazione sul campo a cura dei rilevatori, che dovranno recuperare i questionari non restituiti, rilevare le famiglie non iscritte nelle liste anagrafiche al 31 dicembre 2010, rilevare le abitazioni non occupate.

IN OGNI CASO ANCHE DURANTE QUESTA FASE POTRAI RESTITUIRE SPONTANEAMENTE IL QUESTIONARIO. MA ATTENZIONE ALLA SCADENZA!

Il termine di scadenza della consegna del questionario da parte dei cittadini sarà differente a seconda dell’ampiezza del Comune di residenza, come di seguito indicato:
entro il 31 dicembre 2011: nei comuni con meno di 20.000 abitanti;

NON DIMENTICARE CHE IL 9 OTTOBRE E' LA DATA CUI DEVI FARE RIFERIMENTO QUANDO RISPONDI ALLE DOMANDE.

Per qualsiasi chiarimento le famiglie possono chiamare il numero verde gratuito 800.069.701. Il servizio sarà attivo dal primo ottobre 2011 al 29 febbraio 2012 (con l’eccezione del 25 dicembre 2011 e del primo gennaio 2012), sabato e domenica inclusi, dalle 9 alle 19. Dal 9 ottobre al 19 novembre 2011 il numero verde sarà attivo dalle 8 alle 22.

RILEVATORI COMUNALI

I rilevatori del censimento 2011 sono a disposizione per la compilazione del questionario nella sede comunale, Via Roma n. 15 nei seguenti giorni ed orari:
MARTEDI, MERCOLEDI e GIOVEDI dalla ore 09.00 alla 12.30
Preferibilmente su appuntamento contattando il numero 0765 872025, tutti i giorni dalle ore 08,30 alle ore 13,30

SCADENZA OPERAZIONI CENSUARIE

IL 31 DICEMBRE 2011 SCADE IL TERMINE PER RICONSEGNARE IL QUESTIONARIO.

Leggi l'Avviso Pubblico